• Daniela Savini è capace di mettere in campo nelle sue opere tutte queste domande ponendo l’uomo nudo di fronte a se stesso e al suo difficile percorso di vita. E’ una giovane testimone del suo tempo, un’età in cui sono poche le certezze, molti gli interrogativi e rare le risposte.   R. Fiorini

  • Incisione. Dedicata e appassionata ad argomenti e settori così importanti, preziosi. In un tempo così dinamico che tutto consuma e divora, il tuo occhio attento consegna, e custodisce, la memoria di luoghi e di simboli, di un altrove che sembra diventare lontano, e di cui ne sigilli invece il valore e la ragione del sempre. D. Giaco
  • Il tuo lavoro ha una contemporaneità che richiama non visioni storiche o analisi critiche, ma una lettura neuroscientifica con neuroni specchio dalla velocità di approccio superiore ai tempi di una estetica tradizionale. I lavori interessanti che ho visto non hanno rilevanza storica, non seguono una logica deduttiva, ma hanno un carattere fenomenico mediato dalla coscienza. É tutta un'altra storia!  Nerio Rosa
  • Artista dall’attualissima e per certi versi anche audace visione del mondo. I suoi dipinti riflettono una visione del mondo articolata e profonda, ricca di fini risvolti simbolici.  Importante tra le ulteriori prospettive artistiche presenti nella sua produzione sono la sua visione sia dell’uomo attuale la cui crisi di valori identitari essa esprime nelle sue tele raffigurando un uomo non più sicuro di sé come un tempo, sia della donna attuale che acquisisce anch’essa nell’opera della Savini  tratti psicologici non più totalmente in linea con il suo passato tradizionale.  R. Mascialino

  • Savini, che è pittrice per eccellenza della più grande crisi d’identità che abbia mai afflitto i due sessi come nell’epoca attuale; tratteggia la sua visione di un mondo che riflette la crisi dell’uomo e della donna, non più in sintonia con i valori della tradizione e nel contempo non completamente sicuri dei nuovi valori che li vedono cambiati, ma ancora non in possesso della loro nuova identità come questa si prospetta nel giungere dei tempi nuovi.  R. Mascialino

R8, ottava rassegna di arte contemporanea a Casa dei Carraresi, 1 - 9 settembre, Treviso

R8, ottava rassegna di arte contemporanea a Casa dei Carraresi

R8, ottava rassegna di arte contemporanea a Casa dei Carraresi



R8 Immagine 2 TREVISO RASSEGNA DI ARTE CONTEMPORANEA è un progetto espositivo annuale che ospita 80 artisti nei due piani nobili del Museo Casa dei Carraresi. L’esposizione giunge quest'anno alla sua Ottava edizione, manifestando con questo un carattere di stabilità necessario alla crescita del progetto stesso. Un’opportunità di visibilità per gli artisti, ma soprattutto un’occasione di incontro e scambio di idee per meglio comprendere gli sviluppi dell’arte contemporanea emergente con la presenza di esperti, collezionisti e addetti del settore. Il progetto RASSEGNA DI ARTE CONTEMPORANEA è nato da una collaborazione tra ARTIKA e Casa dei Carraresi per valorizzare le proposte di artisti emergenti. Da un primo nucleo di creativi veneti, grazie ai quali la rassegna partì nel 2011, il progetto ha raccolto oltre 300 partecipanti provenienti da tutto il territorio nazionale con diverse presenze internazionali, configurandosi come una delle rassegne più puntuali nel raccontare le esperienze estetiche e le vicende stilistiche degli autori contemporanei emergenti, attentamente selezionati dal curatore Daniel Buso.

Il progetto intende porsi come vetrina annuale ed esclusiva per la presentazione di stili, tecniche ed esperienze estetiche contemporanei nella Città di Treviso, dotando la città di uno strumento di ricognizione del panorama artistico internazionale, relativamente all’arte emergente. Nella fase di selezione sono state privilegiate quelle opere che hanno manifestato caratteri di maggior interesse e novità da un punto di vista tecnico e di utilizzo dei materiali; oltre che per le particolarità iconografiche proposte. L’Ottava edizione della Rassegna è suddivisa in 4 macro sezioni che comprendono, nel complesso, 200 opere d’arte. Le sezioni sono intitolate: UMANO / POST UMANO, UN PAESAGGIO DA SOGNO, CULTURE E TRADIZIONI, ASTRAZIONI.


 La sede è Casa dei Carraresi, uno dei più importanti spazi espositivi collocato nel centro storico di Treviso, nei pressi della Pescheria lungo le rive del fiume Cagnan. La RASSEGNA è cresciuta negli anni grazie alla collaborazione di diversi partner ed enti quali LAB13, Fondazione Cassamarca, Città di Treviso, Provincia di Treviso e Regione Veneto.

ORARI DI APERTURA

Inaugurazione: sabato 1 settembre dalle ore 18 alle 21.

Dal 2 al 9 settembre 2018

da Martedì a Venerdì: 10 – 19

Sabato e Domenica: 10 – 20

Lunedì chiuso.

Ingresso gratuito